Loading
Warning: This web page is maintained by a small number of volunteers, so this page may contain old or incorrect information. If the information on this web page does not work or does not make sense, please visit the main NeoOffice website or the NeoOffice online support forums for the most current information.

It:NeoOffice 2.1 Press Kit

From NeoWiki

Jump to: navigation, search
Last updated: 4 Aprile 2007

N.B. Questo press kit per NeoOffice 2.1, rilasciato il 27 marzo 2007. (Il press kit per NeoOffice 1.1, rilasciato nel Giugno 2005, è ancora disponibile qui [en].)

Contents

Scrivere una storia su NeoOffice®?

Questo Press Kit Online offre materiale per la stampa ed altre informazioni supplementari su NeoOffice 2.1 (vedi l'[di NeoOffice 2.1]). Mentre il Press Kit ha a che fare con i dettagli più pertinenti, troverai informazioni utili in altre parti di questo "wiki". Il tuo interessamento a NeoOffice ci fa molto piacere!

Caratteristiche chiave

Il pacchetto office NeoOffice è un potente insieme di applicazioni di videoscrittura, foglio elettronico, presentazione, disegno e database per Mac OS X. Basato sulla più recente versione stabile di OpenOffice.org, NeoOffice offre un completo insieme che gli utenti, sia per scopi personale che per scopi di lavoro, si aspettano da una soluzione completa come un pacchetto per office (vedi le caratteristiche elencate qui).

NeoOffice 2.1 integra OpenOffice.org con l'esperienza Mac OS X. Le caratteristiche chiave del Macintosh aggiunte a NeoOffice ma mancanti in OpenOffice.org includono le finestre di dialogo native per Apri e Salva, la barra dei menù in stile Aqua, Aqua widget, l'uso del sistema di stampa del Mac OS X, il completo supporto per la clipboard, il drag-and-drop, le scorciatoie da tastiera tipiche del Mac attraverso il tasto "command", lo scorrimento del mouse, l'integrazione con i principali client di posta elettronica per il Mac, ed il supporto nativo per i tipi di carattere del Mac. NeoOffice 2.1 è compatibile con Mac OS X 10.3.x e 10.4.x sia sulle architetture PowerPC che Intel.

Inoltre, più significativamente, NeoOffice è free, software open-source. Con il termine "free", vogliamo dire che a differenza di altri pacchetti office paragonabili come Microsoft Office, è possibile fare legalmente tutte le copie di NeoOffice che si vogliono—senza che ci siano da pagare costi di licenza. Ma "free" ha anche un altro significato. NeoOffice è open-source, cioè il suo codice sorgente (cioè l'insieme delle istruzioni scritte nel linguaggio con il quale parla il computer) è stato reso libero, cioè disponibile, per chiunque lo voglia usare, modificare o ridistribuire in accorso con una licenza creata apposta per questo scopo, la GNU General Public License (GPL).

NeoOffice vs. Microsoft Office vs. OpenOffice.org

Guarda la nostra pagina con il confronto tra le caratteristiche per un dettagliato confronto tra i tre pacchetti office per Mac: NeoOffice, Microsoft Office, e OpenOffice.org per Mac OS X (X11).

Grafica & Immagini

Questi loghi, icone e schermate di NeoOfficesono in qualità media ed elevata. Sentiti libero di usarle per la stampa o la pubblicazione sul web di notizie relatgive al rilascio di NeoOffice 2.1.

Loghi, Intestazioni, Icone delle Applicazioni in qualità media ed elevata

Transparent PNG
(Logo/Application Icon)


NeoOffice logo (PNG)
256x256, 72 dpi, 83 KB

JPEG
(Logo/Application Icon)


NeoOffice logo (JPG)
128x128, 72 dpi, 9 KB
 

PNG
(Header)


NeoOffice header (JPG)
415x95, 72 dpi, 32 KB
 

Schermate

Ulteriori Informazioni

Storia di NeoOffice

La storia di NeoOffice inizia nel 2000 quando la Sun Microsystems cancella il suo progetto per portare StarOffice su Mac Os X e lo donò, completato solo in parte, alla comunità di OpenOffice.org. L'allora responsabile del port ed ingegnere capo, Patrick Luby, fu a disposizione per la transizione. Sebbene Patrick fosse stato spostato a fare un altro lavoro alla Sun e successivamente avesse fondato la Planamesa Software, nel suo tempo libero continuò a lavorare per fare in modo di eseguire OpenOffice.org sul Mac OS X senza X11 come avveniva, e avviene, per le altre varianti di Unix che vogliono visualizzare le applicazioni attraverso una Interfaccia Utente Grafica (GUI). Dal momento che il linguaggio di programmazione Java era stato così ben integrato con l'interfaccia "Aqua" del Mac OS X's "Aqua", e vista la significativa esperienza Java di Luby, Patrick ha usato Java per interfacciare il cuore del codice OpenOffice.org con il Mac OS X.

Nel 2002, due sviluppatori della comunità che lavoravano allo sviluppo della versione per Mac OS X di OpenOffice.org, Edward Peterlin and Dan Williams, iniziarono un progetto open-source NeoOffice.org. Avevano bisogno di un codice stabile per fare in modo che i cambiamenti a OpenOffice.org specifici per il Mac funzionassero, e questi non erano possibili con lo sviluppo del sistema impiegato da OpenOffice.org. Peterlin e Williams lavorarono ad un nuovo port, oggi conosciuto come NeoOffice/C, usando il toolkit nativo del Mac OS X Carbon e Cocoa.

Bel giugno del 2003, Luby aprì il codice sorgente del suo port basato su Java, che fu incorporato nel progetto di Peterlin NeoOffice.org con il nome di NeoOffice/J. La prima versione di NeoOffice/J in versione open-source e binaria fu resa disponibile il 19 giugno 2003. Durante l'estate del 2003, Luby e la comunità NeoOffice.org lavorarono insieme per migliorare l'applicazione. Nell'inverno di quell'anno, NeoOffice/J 0.7 (basaato sul codice di OpenOffice.org 1.0.x) fu pubblicato con il supporto per la stampa. La versione 0.7.x e la 0.8.x che seguì aggiunse il supporto completo per il taglia e incolla, il supporto per molte lingue, ed altre caratteristiche e risoluzione di bug. La versione finale della serie 0.x di NeoOffice, NeoOffice 0.8.4, apparve il 23 giugno del 2004, dando agli utenti una versione relativamente stabile del codice di OpenOffice.org 1.0.x che offriva un'esperienza parzialmente in stile Mac OS X.

Durante l'anno successivo, Luby e Peterlin, con l'aiuto di Williams e della comunità NeoOffice.org, spostarono NeoOffice/J al codice sorgente di OpenOffice.org 1.1.x ed aggiunsero altre significative caratteristiche "native" Mac, incluso il drag-and-drop, l'uso della barra dei menù Mac OS X ed i menù "Aqua", il supporto migliorato per molte lingue, e dozzine di altre piccole caratteristiche ed il miglioramento dell'interfaccia utente che faceva sentire l'applicazione più a casa nel Mac OS X.

Il 22 giugno 2005 il rilascio di NeoOffice/J 1.1 (basato su OpenOffice.org 1.1.4, almomento l'ultima versione stabile del codice) segna non solo il culmine degli sforzi lunghi un anno per lo sviluppo della versione 1.1, ma anche molti anni di prove ed errori "dietro le scene" da parte degli sviluppatori, dei testers, e dell'intera comunità di NeoOffice.org.

In seguito al successo della versione di NeoOffice/J 1.1, Luby e Peterlin iniziarono a lavorare per supportare le nuove macchine di Apple basate sui processori Intel. Seguirono una serie di versioni 1.2 rinominate NeoOffice, che portarono agli utenti il supporto per la lettura dello standard internazionale di formato dei file OpenDocument e le ultime soluzioni introdotte nel codice di OpenOffice.org 1.1.x mentre i rpogrammatori iniziarono a focalizzare i propri sforzi su NeoOffice 2.0, che sarebbe stato basato sul codice di OpenOffice.org 2.0.

Con il continuo sviluppo nel corso del 2006, furono "pre-rilaciate" delle versioni di NeoOffice riservate ai supporter ed ai cervatoiri di bug come parte di un programma innovativo, il Early Access Program, che aiutò a raccogliere fondi per supportare il progetto. La versione NeoOffice 2.0 Alpha portò il supporto completo per i nuovi Mac basati su Intel. La versione beta di NeoOffice 2.0 introdusse molte nuove caratteristiche specifiche dei Macintosh come le finestre di dialogo per apri e salva, miglioramenti per il supporto alla stampa, nuove fantastiche icone per il Finder, un nuovo splash screen, l'inizio di un nuovo insieme di icone, e forse più significativamente, una praticamente completa "Aquaficazione" delle barre di scorrimento, bottoni, ed altre "widget". Il livello di Aquaficazione fu così entusiasmante che la versione beta fu ufficialmente nominata "NeoOffice 2.0 Aqua Beta".

Infine, martedì 27 marzo 2007, NeoOffice 2.1 è stata rilasciata completamente gratis. La versione finale di NeoOffice 2.1 (che condivide sia il codice che il numero di versione con OpenOffice.org 2.1) includerà il supporto per la macro VBA nei documenti Microsoft Excel, il filtro di importazione per i documenti Microsoft Word OpenXML, ed altre caratteristiche avanzate sviluppate dai distributori Linux attraverso il processo ooo-build.

Come risultato di questi massicci sforzi, gli utenti di Mac OS X avranno di nuovo accesso ad una versione stabile, allineata con l'ultima versione di OpenOffice.org — una bersione che ha l'aspetto e si comporta, in larga misura, come un'applicazione regolare per il Macintosh.

Per una storia più approfondita su NeoOffice, sul progetto NeoOffice.org, e su OpenOffice.org sul Mac OS X, per favore consultate l'articolo in questo wiki.

Doamande fatte frequentemente (FAQs)

  1. Cosa è NeoOffice?
    NeoOffice è una versione nativa per Mac OS X di OpenOffice.org che funziona su Mac OS X 10.3.x e 10.4.x. Ha l'aspetto (quasi completamente) di una applicazione "normale" per Aqua Mac OS X e noin richiede il software X11 per essere eseguita.
  2. NeoOffice è un'applicazione Java?
    No, NeoOffice è al 99% scritta in C e C++, proprio come OpenOffice.org. NeoOffice usa una piccola quantità di codice scritto in Java per l'aspetto grafico e la configurazione.
  3. Cosa è OpenOffice.org?
    OpenOffice.org è sia un progetto open source che un pacchetto di applicazioni office disponibile per diversi sistemi operativi e molte lingue. Le applicazioni contenute in OpenOffice.org sono largamente compatibili con Microsoft Office dal punto di vista delle caratteristiche. La Sun Microsystems è lo sponsor principale di OpenOffice.org.
  4. Che relazione c'è tra NeoOffice e OpenOffice.org?
    NeoOffice è parte del progetto NeoOffice.org , che è separato dal progetto OpenOffice.org. Comunque, i programmatori principali di NeoOffice sono stati i principali artefici del port di OpenOffice.org per l'ambiente X11 del Mac OS X, Patrick Luby come capo del port, successivamente cancellato, della Sun di StarOffice per Mac OS X, e Edward Peterlin come programmatore principale del port per Mac di OpenOffice.org 1.0.x.
    NeoOffice usa il codice multi-piattaforma di OpenOffice.org rilasciato con licenza GNU Lesser General Public License (LGPL), e gli sviluppatori di NeoOffice.org hanno contribuito a sistemare alcuni bug nel codice condiviso da entrambe le applicazioni che è stato incorporato sia dal progetto OpenOffice.org che dal processo ooo-build usato dagli sviluppatori delle distribuzioni Linux che lavorano a OpenOffice.org. Oltre a questo, i programmatori di NeoOffice hanno fornito consigli ed assistenza saltuaria alla squadra che lavora al port per l'ambiente Mac X11.
  5. Perché NeoOffice è separato da OpenOffice.org?
    Originariamente NeoOffice era separato da OpenOffice.org a causa sia del tipo di licenza per pre problemi di risorse. Quando il progetto NeoOffice iniziò, la licenza SISSL di OpenOffice, licenza con cui OpenOffice.org era stato rilasciato, permetteva alle aziende di creare prodotti commerciali usando OpenOffice.org. Anche se i creatori di NeoOffice non hanno problemi con le persone che fanno soldi vendendo software, pensavano che la licenza SISSL avrebbe portato alla creazione di moltepliciversioni di OpenOffice.org per Mac Os X. Per questo allora i programmatori crearono un progetto open-source separato che rilasciasse il codice sotto la licenza GNU General Public License (GPL) per assicurare che ogni miglioramento fatto a NeoOffice da parte di organizzazioni commerciali potesse essere restituito a NeoOffice in modo che chiunque potesse beneficiarne e non solo l'azienda commerciale che aveva sviluppato quei miglioramenti. A partire da OpenOffice.org 2.0 Beta 2, i leader del progetto OpenOffice.org hanno abbandonato la licenza SISSL ed hanno pubblicato il codice solo secondo la licenza GNU Lesser General Public Licesnse (LGPL).
    Sebbene la proliferazione di molteplici versioni di OpenOffice.org per Mac Os X non sia più un problema, i problemi legati al consumo delle risorse ed al coordinamento persistono. NeoOffice rimane separato da OpenOffice.org perché i programmatori possono sviluppare, rilasciare e supportare un pacchetto office nativo per Mac OS X in minor tempo e più economico di quanto potrebbero fare se lavorassero all'interno del progetto OpenOffice.org. Il progetto OpenOffice.org e le sue infrastrutture sono state disegnate per gestire decine o centinaia di milioni di utenti di Windows, Solaris, e Linux, ed il progetto richiede un intenso coordinamento che può essere svolto solo da dipendenti a tempo pieno della Sun il cui lavoro è di scrivere codice per OpenOffice.org e StarOffice per queste tre piattaforme. Visto che Mac OS X non è una piattaforma privilegiata da parte di OpenOffice.org o Sun, ogni contributo alla versione per Mac OS X di OpenOffice.org dovrebbe essere coordinato con il personale pagato che lavora a OpenOffice.org per assicurare che il lavoro svolto per questa versione che funziona sotto Mac OS X non si scontri con alcuna parte di quella sviluppata per le piattaforme Windows, Linux, o Solaris e con gli obiettivi di Sun.
    Al contrario, NeoOffice ha in media 500mila download al mese e NeoOffice funziona solo su una piattaforma per la quale la Sun Microsystems ha raramente rilasciato software. Gli sviluppatori di NeoOffice.org hanno lavotao all'interno del progetto OpenOffice.org nel passato ed hanno verificato che il coordinamento necessario ad eseguire anche uno sviluppo limitato per Mac richiede una significativa quantità di tempo. Dal momento che gli sviluppatori sono volontari, hanno un tempo a disposizione piuttosto limitato e tale coordinamento può non riuscire. Sviluppando un progetto separato, gli sviluppatori di NeoOffice hanno eliminato molto del tempo richiesto da questo coordinamento e l'hanno usato per cose che sono più importanti per gli uenti di NeoOffice come la frequente e rapida soluzione dei bug specifici per la versione e un supporto molto rapido.
  6. Perché NeoOffice viene rilasciato con la licenza GNU General Public License (GPL)?
    Lo sviluppo di NeoOffice viene fatto interamente da volontari. Gli sviluppatori di NeoOffice credono che gli utenti del Mac OS X beneficino da una suite office libera e gratuita, e vogliono assicurarsi che ogni miglioramento che viene fatto al codice di NeoOffice sia liberamente disponibile cosicché tutti posano beneficiarne.

Per ulteriori domande relative allo sviluppo di NeoOffice, visita la pagina NeoOffice e Aqua.

Testimonianze degli Utenti e Storie sulla Migrazione da altre Office Suite

I just registered for the forums specifically so I could drop by and heap you guys with praise. Seems NeoOffice is a bit more of a struggle than the technical challenges alone, so I thought perhaps a little success story would be encouraging.

I do IT for a small newspaper in Central NY. Mercifully, we're about a 98% Mac shop, or I'd likely have gone postal long ago.

MS Office has always been a gigantic pain for me. We had a few licenses dotted around the building with people constantly whining about not being able to have their own copy, or not fully comprehending when I tell them that we're limited to x concurrent users so someone else will have to quit theirs, etc... I guess the best way to put it is that Microsoft's licensing doesn't scale down well.

When I first heard of OpenOffice, I was naturally very interested. I tried it. I suppose it might have worked, but it certainly wasn't something I could deploy, maintain, and invest time trying to get my userbase to understand. I mentally filed it away under 'geek tool' and let the idea go. I'd revisit the idea periodically, but it never seemed ready for prime time.

Oddly enough, NeoOffice had completely escaped my notice. Our Business Office manager read about it and passed it on to me. At first I figured 'oh great - yet another cheesy Unix port.' Fortunately, my first exposure was from the Aqua age. I was delighted to see that rarest of beasts - a competent and useful Unix port.

One barrier remained to wide adoption, however. Being a small, independent company, our purchasing power isn't what it could be. Couple that with the longevity of Apple iron, and I wind up having quite an amazing base of older G3 and G4 PowerMacs still plugging along like troopers. NeoOffice performance and resource usage on these machines was an issue, so again, I mentally shelved the entire concept of open-source office suites.

A couple months ago, though, I talked the boss into putting a couple of Intel Mac Minis in the business office to replace some truly slug-like machines. Then one day the boss came to me and asked me to inventory our MS Office licenses with an eye to spending large sums of money on upgrades. Repressing the urge to vomit, I sighed and resigned myself to some serious drudgery.

Somewhere in the back of my brain, a thought came bubbling up through the synaptic soup. "I wonder if NeoOffice has an Intel build yet?" Imagine my giddiness at finding one.

Needless to say, it was absolute bliss from the first install. Performance is no longer an issue. Stability is (for whatever functions my users are using) rock solid. Compatibility appears to be total.

From my standpoint, the fact that you're doing real, honest-to-goodness installer packages means that I can manage a large deployment via Apple Remote Desktop.

Bravo. You guys 'get it.'

The boss just told me to buy 14 new Intel Minis to replace aging hardware in our Advertising department. Guess which office suite they'll have installed by default? At this point, I strongly suspect that our MS Office licenses will spend the rest of their pointless existences mouldering away on that same mental shelf that OpenOffice initially occupied.

Anyway - not only have you saved my company from the greedy clutches of Microsoft, you've also saved me personally a lot of effort and grief. IMO, you guys exemplify what open-source is meant to accomplish.

Your efforts are deeply appreciated.

Dan Bronson
Rome Sentinel Co.


I moved over to my PowerPC iMac about 15 months ago, after using Windows for the previous 15 years, where I had always used MS Office.

When I got my Mac, I purchased a copy of MS Word, as I could not afford the full Office package for the Mac. I just wish I had known about NeoOffice before I had purchased Word, as I now use NeoOffice exclusively, and I think that is pretty good.

user drusus in a post on the trinity forums, March 2007 [1]

Hi all,
[I] do not know if this post goes here, but [I] really want to thank the NeoOffice team for creating such a great product at no cost to the end user like me.

I started using [OpenOffice.org], then later [N]eoOffice. This latest version is such a great improvement over the last, it can display my math formulas properly, and works much faster too.

You see [I] am only a student, only have 512 memory in my mac, and no spare cash for other office suite. One of the best free software [I] have seen.
Many Thanks to NeoOffice Team!

user funnie in a post on the trinity forums, April 2007 [2]


Ulteriori testimonianze e recensioni da parte di utenti, visita la sezione dedicata a NeoOffice da parte dei siti dedicati al download di programmi per Mac come VersionTracker e MacUpdate.

Comunità

Nel corso degli anni si è sviluppata una nutrita comunità intorno a NeoOffice presso trinity.neooffice.org ("trinity"), dove utenti e sviluppatori offrono il supporto, segnalano bug, testano il programma, lavorano agli aspetti grafici, alla documentazione, ecc. La comunità è formata da un gruppo sempre crescente di utenti attivi che provengono da ogni parte del mondo che aiutano nello sviluppo, nel supporto e nel processo di diffusione:

  • scrivendo articoli per il NeoWiki che rispondono alle più comuni richieste di assistenza da parte degli utenti.
  • rispondendo alle domande poste dagli utenti e fornendo loro il supporto necessario presso i forum trinity.
  • verificando le patch e segnalando bug.
  • traducendo il sito web download.neooffice.org/neojava e gli articoli del wiki in molte lingue.
  • lavorando a nuove icone per le barre degli strumenti (interfaccia grafica).
  • promuovendo NeoOffice sul web, tra gli amici ed in ogni altra occasione.
  • predisponendo dei siti mirror per scaricare il programma e predisponendo file BitTorrent.
  • contribuendo finanziariamente per aiutare i costi relativi allo sviluppo e della banda necessaria ai vari siti internet legati a NeoOffice.


Ringraziamenti speciali

La comunità di NeoOffice vuole fare degli speciali ringraziamenti al donatore anonimo per la sua generosa contribuzione che ha permesso molto del lavoro di sviluppo per arrivare a NeoOffice 2.1 e i 12 siti mirror di NeoOffice che garantiscono lo scaricamento di 4 terabytes ogni mese.

Profili

Gli sforzi combinati di dozzine di persone hanno reso possibile lo sviluppo di NeoOffice e della sua versione 2.1. Tra questi alcuni hanno dato dei contributi chiave al codice, alla infrastruttura, ed in altre areee del progetto NeoOffice. Questi individui ed i loro ruoli o contributi sono delineati brevemente qui sotto.

Patrick Luby

Patrick Luby (AKA pluby) è il creatore e lo sviluppatore principale di NeoOffice. Risiede a Santa Clara, California, USA con sua moglie. È stato a capo della squadra di Sun che lavorava allo sviluppo di StarOffice per Mac OS X e di quella che sviluppava il Tomcat Servlet Container all'interno del gruppo di Sun per il Java 2 Enterprise Edition (J2EE).

Patrick adesso è il CEO e Chief Engineer della Planamesa Software, una piccola azienda specializzata in sviluppo software a breve termine e nei servizi di debugging nell'area della baia di San Francisco.

Edward Peterlin

Edward Peterlin (AKA OPENSTEP) si è laureato alla Princeton University Ingegneria Informatica ed ha un diploma in Engineering Physics. È il fondatore della comunità che ha iniziato lo sviluppo di OpenOffice.org per Mac OS X (X11), il co-fondatore di NeoOffice.org ed uno sviluppatore principale di NeoOffice. Fornisce anche molte delle infrastrutture per lo sviluppo e per la comunità: il server CVS, i forum trinity, ed il sito neooffice.org. Ed ha anche scritto NeoLight, il plugin per il motore di ricerca interno del Mac OS X 10.4 Spotlight, che è incluso in ogni versione di NeoOffice a partire dalla versione NeoOffice/J 1.1. Risiede a Santa Barbara, California. Come responsabile dello sviluppo della versione per Mac OS X di OpenOffice.org 1.0.x, Ed ha iniziato ad usare Writer, Impress, e Calc sui suoi Mac dal 2000. Ha presenziato a molte conferenze inclusi il WWDC di Apple, la O'Reilly's Mac OS X Conference, ed il Linspire's Desktop Linux Summit.

Ed è a capo dello sviuppo per Macintosh del BIOPAC Systems, Inc. ed ha molti altri interessi, come dimostra il suo sito web personale.

Jacob Haddon

Jacob Haddon (AKA jakeOSX) è un membro di lunga data della comunità di NeoOffice.org. Ospita ed amministra il NeoWiki e sta lavorando per mettere insieme l'infrastruttura che permetta di avere versioni multilingua interconnesse per il nostro pubblico globale. Prima che NeoOffice avesse bisogno di una banda pari a 50 GB al giorno, Jacob aveva messo su un sito mirror dal quale era possibile scaricare i binari di NeoOffice; adesso è solo il webmaster del sito NeoOffice.org. Jacob ha anche messo insieme le scorciatoie di esecuzione per far partire rapidamente l'applicazione NeoOffice di tua scelta. Nella vita reale, è uno scienziato che si occupa di razzi ed uno scrittore.

Dan Bennett

Dan Bennett (AKA foxcorner) ha disegnato il nuovo splash screen per NeoOffice/J 1.1 solo per vedere se ne era capace, ed ha disegnato anche le icone delle applicazioni in stile Aqua perché voleva vedere come si faceva a farlo. Dal momento che l'aspetto era cool, il suo lavoro è stato adottato. Vorrebbe probabilmente tenersi il suo lavoro odierno alla divisione worstation presso la Hewlett-Packard, lavorando con le soluzioni grafiche di alto profilo per lo stile delle automobili. Dan si è entusiasmato quando ha saputo che Mac|Life ha indicato le icone di NeoOffice tra “le migliori icone per Mac di sempre.”

Daniel Pimley

Daniel Pimley (AKA djpimley) ha disegnato il nuovo splash screen per NeoOffice 2.0 Aqua Beta e le nuove icone del Finder, così come alcune delle nuove icone del gruppo Akua che sono usate all'interno di NeoOffice 2.1. È nato, cresciuto e tuttora vive a Londra, Gran Bretagna. Nella vita di tutti i giorni Daniel è un produttore di video e lavori multimediali, lavorando per le comunicazioni interne di una banca di investimento. A cominciatio a giocherellare coi computer quando si è innamorato del suo Amiga 500 molti anni fa. Adesso si diletta nella programmazione del Mac, nel disegno e nella computer art nel suo tempo libero, come è possibile vedere nel suo website.

Armando Nava

Armando (AKA Punto_Mac) ha disegnato la maggior parte delle nuove icone delle barre degli strumenti di NeoOffice 2.1 (cioè l'insieme di icone Akua).

Ha un diploma in Graphic Design conseguito presso la Universidad La Salle (Mexico City). Si è specializzato in Internet e multimedia.

Oscar Van Vliet

Oscar Van Vliet (AKA ovvldc) è un contributore di lunga data del NeoWiki e dei forum Trinity. Oscar è stato uno dei primi pionieri della personalizzazione delle icone, ed ha contribuito con alcune delle icone che ora fanno parte dell'insieme di icone Akua che ora sono le icone standard di NeoOffice 2.1.

Need an updated bio on Oscar, too

Brett James

Brett James (AKA berchca) è l'autore di NeoIconer, OfficeThemer e Iconic che sono delle applicazioni che aiutano i creatori delle icone per le barre degli strumenti a sostituire le migliaia di icone presenti in NeoOffice con le nuove icone che creano. Anche gli utilizzatori di NeoOffice amano questi programmi perché rendono semplice provare questi insiemi di nuove icone (specialmente nella versione di NeoOffice 1.x che sono difficili da configurare da questo punto di vista).

Nella vita di tutti i giorni forse Brett realizza film…

Traduttori del NeoWiki

Il NeoWiki è disponibile in cinque lingue grazie agli sforzi impagabili di un gruppo di traduttori che portano ogni parola della versione inglese nelle loro lingue. Delle molte persone che lavorano al wiki, quelle indicate di seguito hanno dato i maggiori contributi durante l'anno appena trascorso. jgd ha tradotto un gran numero di articoli dall'Inglese al Francese, ha aggiunto molti nuovi articoli in Francese e ne ha tradotti alcuni dal Francese all'Inglese. valterb ha prodotto praticamente tutti gli articoli del wiki della versione in Italiano in pochi mesi ed ha contribuito con diversi articoli originali in Italiano ed in Inglese. RoyFocker ha fatto la stessa cosa in Spagnolo realizzando la versione del wiki in questa lingua in un tempo molto breve ed ha aggiunto una serie di articoli sull'uso degli stili. Lorinda ha aggiunto una serie di nuovi articoli, ne ha rivisti e puliti molti altri ed ha tradotto in Inglese molti degli articoli che esistevano solo in Francese.

La squadra di supporto di NeoOffice

Un gran numero di componenti della comunità di NeoOffice aiuta ogni giorno nel forum ed in Bugzilla gli utenti a rispondere alle domande che vengono poste, a trovare soluzioni ai vari problemi ed a riprodurre i bug che vengono trovati in modo che possano essere sistemati dai programmatori. Tra questi i più attivi sono amayze, aussie149, jgd, LemonAid, Lorinda, mickeyinlalaland, RoyFocker, Samwise, e valterb.

Smokey Ardisson

Smokey Ardisson (AKA sardisson) è il campione del sopporto per gli utenti finali di NeoOffice. È responsabile di aver portato la maggior parte di queste informazioni nel NeoWiki ed è anche a capo della NeoOffice advocacy. Le icone dei documenti di NeoOffice che venivano visualizzate nel Finder nelle versioni da NeoOffice/J 0.8 fino alla versione NeoOffice 2.0 Alpha sono state un altro suo contributo.

FreeSMUG.org

FreeSMUG.org ha fornito i file BitTorrent per le versioni di NeoOffice 1.2.2, 2.0 e 2.1, aiutando ad alleviare la crescente domanda di banda necessaria ai siti da dove è possibile scaricare NeoOffice.

NeoOffice® è un marchio registrato dalla Planamesa Inc. Gli altri prodotti e nomi registrati appartengono ai rispettivi proprietari.


Questo articolo in altre lingue: English Français Español
Personal tools