It:Storia di NeoOffice e OpenOffice.org: NeoOffice

From NeoWiki

(Difference between revisions)
Jump to: navigation, search
Revision as of 17:02, 9 December 2007 (edit)
Valterb (Talk | contribs)
(fix screenshots as done by smokey in english version)
← Previous diff
Current revision (11:16, 12 March 2010) (edit) (undo)
Yakusha (Talk | contribs)
(add link to Dutch version)
 
Line 40: Line 40:
Altre schermate che illustrano il processo di "Aquaficazione" sono disponibili nell'[[NeoOffice/J Screenshots Archive|Archivio delle Schermate di NeoOffice]]; le schermate attuali possono essere trovate nella pagina [[it:NeoOffice Screenshots]]. Altre schermate che illustrano il processo di "Aquaficazione" sono disponibili nell'[[NeoOffice/J Screenshots Archive|Archivio delle Schermate di NeoOffice]]; le schermate attuali possono essere trovate nella pagina [[it:NeoOffice Screenshots]].
-{{botlangbarIT|[[History_of_NeoOffice_and_OpenOffice.org:_NeoOffice|English]] [[Fr:Historique_de_NeoOffice_et_OpenOffice.org:_NeoOffice|Français]]}}+{{botlangbarIT|[[History_of_NeoOffice_and_OpenOffice.org:_NeoOffice|English]] [[Fr:Historique_de_NeoOffice_et_OpenOffice.org:_NeoOffice|Français]] [[NL:Historiek van NeoOffice en OpenOffice.org: NeoOffice|Nederlands]]}}
[[Category:NeoOffice]][[Category:Screenshots]][[Category:NeoWikiIT]] [[Category:NeoOffice]][[Category:Screenshots]][[Category:NeoWikiIT]]
__NOEDITSECTION__ __NOEDITSECTION__

Current revision

Questo quadro generale e questa storia consistono di diverse pagine. Clicca sui link presenti nella finestra a destra per spostarti sulla sezione successiva o su quella precedente.

Contents

Neolithic Office per Java™ (NeoOffice®/J e NeoOffice®)

Nel giugno del 2003, Patrick Luby, il capo programmatore alla Sun per il vecchio port per Mac OS X di StarOffice™, introdusse quello che allora si chiamava NeoOffice®/J, un secondo progetto sotto l'ombrello di NeoOffice.org (a partire dalla versione 1.2 Alpha nel Novembre del 2005, NeoOffice/J è stato rinominato semplicemente NeoOffice). L'obiettivo immediato di NeoOffice è stato di rimuovere la dipendenza da X11 necessaria per far girare OpenOffice.org. Influenzato dal fatto che Java è un “cittadino di prima classe” per la programmazione del Mac OS X, NeoOffice presenta un'integrazione con il Mac OS X superiore. Per esempio, NeoOffice usa il motore interno di Mac OS X per la stampa e le sue finestre di dialogo, i tipi di carattere presenti in Mac OS X, le tecnologie di rappresentazione e di rappresentazione del testo, il supporto per le lingue e le tastiere (incluso il supporto per le lingue dell'Asia dell'Est, quelle RTL/CTL ed i metodi di immissione da tastiera), il supporto per le operazioni di copia-incolla dagli appunti, l'apertura dei file con il doppio-click e le operazioni di drag-and-drop sui file, il supporto per i collegamenti ai file tipici del Macintosh, e molto altro ancora. Una buona parte del codice "nativo" per Mac è scritto in Java, ma ci sono anche parti del codice specifico scritto per NeoOffice che è scritto in C++, C, e Objective-C usando gli strumenti messi a disposizione da Cocoa e Carbon.

L'inizio della Aquaficazione

Appena NeoOffice ha fatto vedere di essere stabile ed amichevole (user-friendly) e con un crescente seguito, è stato considerato da molti programmatori per Mac come il miglior mezzo per proseguire con l'ulteriore integrazione della tecnologia OpenOffice.org con la "sensazione" di essere una applicazione per Mac. Così, a partire da NeoOffice/J 1.1 Alpha 2 (Settembre 2004; basato su OpenOffice.org 1.1.2), Patrick Luby e Edward Peterlin si sono imbarcati nel processo di “Aquaficazione” di quello che in quel momento era conosciuto come NeoOffice/J. Il primo passo è stato la rimozione dello stile X11/Windows per i menù sostituendoli con quelli tipici della barra dei menù Aqua; i bottoni, le barre di scorrimento ed altri elementi dell'interfaccia Aqua erano attesi per i mesi successivi.

La versione Alpha 2 ha aggiunto anche il supporto per la rotella di scorrimento del mouse, il drag-and-drop (solo all'interno dello stesso NeoOffice), l'importazione dei file di WordPerfect usando le librerie libwpd e WriterPerfect (libwpd.sf.net), il metodo di installazione delle patch attraverso l'Apple Installer, ed il sistema di notifica delle pacth di aggiornamento. NeoOffice/J 1.1 Beta (Dicembre 2004; basato su OpenOffice.org 1.1.3) metteva in evidenza una nuova applicazione per il Finder e icone dei documenti, un nuovo splash screen, ed i pacchetti delle lingue per fornire una interfaccia utente localizzata per 40 lingue diverse. La Release Candidate di NeoOffice/J 1.1 (Marzo 2005; basata su OpenOffice.org 1.1.4) mostrava molti altri miglioramenti, incluso il supporto per il drag-and-drop tra NeoOffice e le altre applicazioni ed altri miglioramenti della Aquaficazione.

NeoOffice/J 1.1

NeoOffice/J 1.1, la prima (a l'ultima ad usare il nome NeoOffice/J) versione non di sviluppo di NeoOffice/J, continuò il processo di Aquaficazione dei dettagli sull'applicazione. Rilasciata il 22 Giugno 2005, la versione 1.1 era basata su OpenOffice.org 1.1.4, la versione più stabile esistente in quel momento, ed includeva il supporto per Mac OS X 10.4 "Tiger" così come l'indicizzazione per Spotlight attraverso NeoLight. La "finestra grigia" ed il problema legato "alla chiusura delle finestre" erano state finalmente debellate, visto che NeoOffice poteva rimanere aperto anche quando l'ultima finestra veniva chiusa. Un nuovo "quickstart" nel menù di NeoOffice ed il menù presente nell'icona del Dock permetteva la creazione e l'apertura dei documenti quando non era presente nessun'altra finestra aperta. La versione 1.1 cominciava anche ad usare i colori specificati nelle Preferenze di Sistema per alcune parti dell'interfaccia utente ed aveva presente anche un miglioramento per il supporto delle lingue Indica e Araba. La versione di NeoOffice/J 1.1 fu il culmine di un ciclo di sviluppo durato un anno ed il punto di partenza degli eccitanti sviluppi futuri.

NeoOffice 1.2 e le basi di NeoOffice sui Mac/Intel

In seguito al rilascio di NeoOffice/J 1.1 ed all'annuncio di Apple del giugno 2005 nel quale si annunciavano i nuovi Macintosh dotati di processori Intel, i programmatori di NeoOffice.org iniziarono gli sforzi per aggiornare rapidamente il codice di NeoOffice in modo da renderlo disponibile sui Mac/Intel. Patrick Luby migrò l'applicazione dalla Java 1.3.1 VM (basata su Carbon) alla Java 1.4.2 VM di Apple (basata su Cocoa). Ed Peterlin aggiornò il codice per permettere il funzionamento su Mac OS X 10.4 con gcc 3.3 e comiciò il lavoro per permettere al codice di essere compilato con gcc 4.0, un pre-requisito necessario a realizzare una versione funzionante si Mac basati sui processori Intel. James McKenzie realizzò e testò regolarmente entrambe le versioni (per Mac/PPC e Mac/Intel) nelle loro versioni alpha. Nel Settembre 2005, la patch di prova basata sul codice realizzato con Java 1.4.2 fu disponibile per la fase di testing (e di conseguenza terminò il supporto per Mac OS X 10.2.x, per il quale la Apple ha realizzato solo una versione ricca di errori del Java 1.4.1). Questo culminò nel Novembre del 2005 con il rilascio di NeoOffice 1.2 Alpha, la prima versione del "progetto NeoOffice/J" ad avere quelle caratteristiche. NeoOffice 1.2 Beta seguì il 2 Gennaio 2006, e NeoOffice 1.2 fu disponibile a partire dal 1 Febbraio 2006. L'ultima versione basata sul codice di OpenOffice.org 1.1.x, NeoOffice 1.2.2, ha debuttato il 30 Marzo 2006. NeoOffice adesso viene scaricata circa 2 milioni di volte nel corso di un anno.

NeoOffice 2 ed i Widget Aqua

Poco dopo la disponibilità di NeoOffice 1.2 Alpha, cominciò lo sviluppo di NeoOffice 2.0 — basato sul codice di OpenOffice.org 2.0.x. Nel Febbraio del 2006, fu prodotta la prima versione copleta e funzionante di una versione pre-alpha di NeoOffice 2.0. Mentre contemporaneamente veniva mantenuta NeoOffice 1.2.x ed i suoi bug venivano risolti, lo sviluppo di NeoOffice 2.0 pre-alpha per Mac/PPC continuò per diversi mesi, ed anche una versione per i Mac/Intel cominciò a vedere la luce.

Il 25 Aprile 2006, NeoOffice 2.0 Alpha PowerPC divenne disponibile per i sottoscrittori del programma Early Access. Inoltre, a partire dall'Aprile April, Ed Peterlin riprese lo sviluppo del Native Widget Framework rapidamente convertì molte widgets ad Aqua. NeoOffice 2.0 Alpha Intel, rilasciato per i mebrei del Programma Early Access (EAP) nel Giugno 2006, fu la prima versione di NeoOffice a funzionare sui Mac basati sui processori Intel. Il lavoro di Aquaficazione continuò durante il periodo in cui veniva testata la versione Alpha, ed il livello di integrazione divenne così estensivo al momento della pubblicazione della versione Beta per i membri del EAP che fu ufficialmente denominata NeoOffice 2.0 Aqua Beta. In aggiunta alle barre di scorrimento, ai bottoni, alle caselle di controllo, ed altri widgets, Aqua Beta includeva anche le finestre di dialogo per l'apertura ed il salvataggio dei documenti ed nuovi, e più in stile Aqua, splash screen, icone del Finder, ed alcune icone per le barre degli strumenti realizzate da Daniel Pimley.

Il lancio mondiale di NeoOffice 2.0 Aqua Beta è avvenuto al OOoCon 2006 a Lione, Francia, nel Settembre del 2006 (con una anteprima speciale al World Scout Bureau a Ginevra, Svizzra); NeoOffice.org è stato un Premium Sponsor del OOoCon 2006 ed i suoi programmatori hanno tenuto diversi interventi su NeoOffice.

Durante l'autunno e l'inverno il lavoro sui widget Aqua è continuato, così come lo sviluppo da parte della comunità di un set di icone, chiamato "Akua", in stile Mac OS X. Il lavoro sui widget è stato così esteso ed avanzato che ora NeoOffice funziona perfino con i temi per Mac Os X sviluppati da terze parti. Dopo praticamenet un anno di sviluppo, NeoOffice 2.1 è stato rilasciato il 27 Marzo 2007, come la prima suite office veramente nativa e di qualità finale per i Mac batati su processore Intel. NeoOffice 2.1 è stata anche la prima applicazione per Mac OS X a supportare la lettura e la scrittura dei documenti Word di Microsoft Office 2007 nel formato OpenXML, ed in seguito all'abbandono da parte di Microsoft del supporto per le macro VBA nella prossima versione di Office per Mac, NeoOffice è diventata l'unica applicazione per Macintosh ancora in sviluppo che supporta le macro VBA nei fogli elettronici di Excel.

Sviluppi attuali e Futuri di NeoOffice

Dopo la pubblicazione di NeoOffice 2.1, il limite è il cielo e, con il supporto della comunità di NeoOffice, gli sviluppatori sperano di continuare ad incrementare il grado di integrazione con il Mac OS X e di aggiungere il supporto per gli ulteriori formati di documento OpenXML. Attualmente solo due programmatori, Patrick Luby e Edward H. Peterlin, stanno lavorando su NeoOffice. A causa della grandezza e della complessità del progetto basato su (e completamente compatibile con) OpenOffice.org, il mantenimento di NeoOffice è diventato praticamente un lavoro a tempo pieno, e Patrick ed Ed hanno passato circa 3000 ore e speso circa $4000 (nel corso del 2003 e del 2004) a mantenere e sviluppare NeoOffice.

Schermate di NeoOffice

NeoOffice/J 1.1 Alpha 2 Patch 4 (10-Nov-2004) Altre schermate che illustrano il processo di "Aquaficazione" sono disponibili nell'Archivio delle Schermate di NeoOffice; le schermate attuali possono essere trovate nella pagina it:NeoOffice Screenshots.


Questo articolo in altre lingue: English Français Nederlands
Personal tools